Trasporti

Con la sentenza del Tar Lazio è stato sancito un principio fondamentale, a livello nazionale, nell’ambito della violazione delle norme sulla concorrenza, come già statuito anche dalla Corte di Giustizia Europea (CGUE) con la sentenza del 4 settembre 2014: il Tribunale amministrativo, infatti, riprendendo integralmente alcuni passaggi della CGUE, ha ribadito che i “costi minimi di esercizio”, per il momento quelli deliberati dall’Osservatorio sulle attività di autotrasporto, non rafforzano la sicurezza stradale, che invece può essere perseguita mediante l’osservanza delle misure già previste a livello comunitario (tempi di guida e di riposo, cronotachigrafo, durata massima del lavoro settimanale, manutenzione del veicolo). Pertanto, non esiste alcun nesso causale tra la fissazione di tariffe minime imposte e la tutela della sicurezza suddetta. Infatti, le disposizioni dell’art. 83 bis della legge 133/08 hanno l’effetto di consolidare la compartimentazione nazionale e di restringere la concorrenza nel mercato interno.

Registrati per leggere il seguito...

È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale il decreto (in allegato) del Ministero della Giustizia 16 dicembre 2014 (G.U. n. 302 del 31 dicembre 2014), con il quale il Ministero della Giustizia dispone l’adeguamento biennale degli importi delle sanzioni amministrative pecuniarie conseguenti a violazioni del Codice della Strada.

Registrati per leggere il seguito...

E’ stata emanata, il 15 gennaio scorso, la circolare interministeriale (Ministero Infrastrutture e Trasporti e Ministero dell’Interno ) riguardante i trasporti di cabotaggio, che fornisce importanti delucidazioni sull’art. 46-bis della L. 298/74, a seguito delle modifiche intervenute dal D.L. 133/2014 (c.d. Sblocca Italia), convertito con L. 164/2014.

Registrati per leggere il seguito...

Con la Legge di Stabilità 2015 sono state introdotte diverse novità per il settore dell'autotrasporto (v. circolare Confindustria Prot. n. 34/2015): per quanto di interesse delle imprese committenti riteniamo significativa la libera determinazione del corrispettivo del servizio di trasporto, l'abolizione della scheda di trasporto, l'introduzione di una nuova disciplina della sub-vettura e l'introduzione della responsabilità solidale fra committente e vettore.

Registrati per leggere il seguito...