Ambiente

E' stata pubblicata, nella serie generale n. 302 della Gazzetta Ufficiale del 29 dicembre 2017, la Legge n. 205, rubricata: “Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020” (cd. Legge di Bilancio 2018). Il provvedimento è entrato in vigore il 1° gennaio 2018 ad eccezione di alcune disposizioni, la cui entrata in vigore è stata fissata al 29 dicembre 2017.

Registrati per leggere il seguito...

Facciamo riferimento alla disciplina delle matrici materiali di riporto ed all’utilizzo di tali materiali per informare che il Ministero dell'Ambiente ha ritenuto opportuno indirizzare a Regioni e Provincie dei chiarimenti interpretativi anche alla luce dell'emanazione del recente DPR 13 giugno 2017, n.120, recante disciplina semplificata della gestione delle terre e rocce da scavo.

Registrati per leggere il seguito...

Nel Disegno di Legge “Bilancio di previsione dello Stato per l'anno finanziario 2018 e bilancio pluriennale per il triennio 2018-2020”, il cui testo ha concluso l'iter di approvazione alla Camera e dovrà ora ripassare al Senato per l’approvazione definitiva, sono contenute delle disposizioni in materia di SISTRI (art. 1 comma 670-bis e 670-ter), tra le quali, la proroga al 31 dicembre 2018 della non applicabilità delle sanzioni connesse al non corretto utilizzo del Sistema, come proposto da Confindustria.

Registrati per leggere il seguito...

Il Ministero dell'Ambiente ci ha contattato, nell'ambito degli stabilimenti soggetti al D.Lgs. n.105 del 2015 recante disposizioni in materia di "prevenzione degli incidenti rilevanti", per informare che è stato attivato il servizio di pagamento per via telematica delle tariffe per le istruttorie delle notifiche presentate ai sensi dell'art. 13 del suddetto decreto, effettuate dall'ISPRA. Il Ministero sottolinea come tale servizio consentirà di agevolare sia le operazioni di pagamento dei gestori, che i successivi riscontri contabili.

Registrati per leggere il seguito...

In allegato il testo del D.Lgs. esaminato dal consiglio dei Ministri dello scorso venerdì recante attuazione della direttiva (UE) 2015/2193, in materia di limitazione delle emissioni originanti da impianti di combustione medi e riordino del quadro normativo degli stabilimenti che producono emissioni in atmosfera.

Registrati per leggere il seguito...